Provincia di Cosenza - Portale - P.N.R.R.

Cosenza - La Provincia per Voi

Vai al contenuto

Sei in: Home > Organizzazione > Settori > P.N.R.R. > vista documento

Progetto "STREAMing. ICT, Capacità, competenze, abilità" - Azione ProvinceGiovani 2021

Al via il Progetto della Provincia di Cosenza per i giovani

Scuola e Cultura - Cosenza, 03/11/2023

Logo Progetto Streaming

Parte il 6 novembre il Progetto “STREAMing. ICT, Capacità, competenze, abilità” promosso dalla Provincia di Cosenza, in partnership con l’Università della Calabria – Area Orientamento, inclusione e career service, l’Associazione Studentesca Campus Friends, l’Unione Italiana Ciechi, sezione di Cosenza e l’ASC – Comitato Regione Calabria, Ente di promozione sportiva e con la collaborazione del Centro per l’Impiego di Cosenza, che coinvolge circa 200 ragazzi di 6 scuole della provincia.Trattasi di un progetto Pilota che vede coinvolti 4 Comuni della provincia, ossia Lungro, Paola, Pietrapaola e San Giovanni in Fiore e si rivolge ai giovani di età compresa tra i 14 e i 20 anni.

Il Progetto, ammesso a finanziamento nel quadro di Azione ProvincEgiovani annualità 2021, iniziativa promossa dall’UPI, a valere sui  Fondi Dipartimento per le politiche giovanili ed il Servizio Civile Universale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, si sviluppa lungo un unico filo conduttore: i Giovani e le nuove tecnologie. La scelta di tale ambito tematico nasce dalla volontà di valorizzare le competenze digitali e l’apprendimento delle discipline STEM, che, nel progetto in esame, è stato ampliato nella versione STREAM (è sigla inglese di Science, Technology, Reading, Engineering, Arts e Maths), ovvero lo sviluppo del pensiero innovativo e creativo, con particolare riguardo al pensiero computazionale, all'utilizzo critico e consapevole dei social network e dei media.

In particolare, saranno realizzati i moduli formativi, la cui docenza è assegnata e coordinata della prof.ssa Angela Costabile, Professore Ordinario, Delegata del Rettore per l'Orientamento in Ingresso e al Counselling dell’Università della Calabria nelle seguenti aree tematiche: Alfabetizzazione digitale, Rafforzamento competenze digitali e promozione dell’apprendimento delle discipline STEM, Promozione delle nuove tecnologie come leva per start up e/o idee di sviluppo imprenditoriale. Altresì, sono previste attività di informazione e di sensibilizzazione sui rischi del digitale e sul cyberbullismo con il coinvolgimento di psicologi ed esperti del settore.

Il Progetto termina il 16 Novembre con la realizzazione dell’Incontro/Dibattito sul Cyberbullismo, che vedrà il coinvolgimento di docenti ed esperti dei Dipartimento DiCIES - Dipartimento di Culture, Educazione e Società dell’Unical, nonché la Questura di Cosenza con la partecipazione di Agenti di polizia specializzati sulla materia. La giornata si concluderà con la Maratona STREAM”, che si svolgerà nel pomeriggio lungo il Centro Storico di Cosenza e sarà articolata in  tappe tematiche secondo l’acronimo STREAM, durante le quali i Partner di progetto daranno il loro contributo sotto forma di attività laboratoriale  e di gioco, nelle materie Scienze, Tecnology Reading, Engeneering, Arts, Maths.

L’organizzazione dell’evento sportivo è affidata all’ASC – Comitato Regione Calabria e vedrà il coinvolgimento dell’Università della Calabria con i propri docenti nelle materie scientifiche, dell’Unione Italiana Ciechi con la realizzazione di laboratori di lettura e di esperienza tattile per persone ipovedenti, dell’Associazione Studentesca Campus Friends che tratterà le tematiche dell’identità digitale, ovvero su rischi e opportunità del web e dell’uso delle piattaforme social -Linkedin, twitter e del Centro per l’Impiego di Cosenza che svolgerà attività di orientamento al lavoro.

La Provincia di Cosenza punta, dunque, sulle nuove generazioni, promuovendo iniziative e azioni progettuali al fine di fornire gli strumenti per l’utilizzo delle tecnologie e di acquisire maggiore consapevolezza delle proprie qualità e competenze. Allo stesso tempo, con l’incontro/dibattito sul Cyberbullismo i relatori che interverranno, daranno particolare attenzione  sul corretto utilizzo delle tecnologie e offriranno agli studenti occasioni di riflessione sulla prevenzione dei rischi e pericoli della Rete.

Ancora una volta le istituzioni sono scese dunque in campo al fianco della scuola con un solo grande obiettivo: fare in modo che il fenomeno del cyberbullismo e tutte le forme di prevaricazione connesse ad un uso distorto delle tecnologie,  non facciano più vittime.

P.N.R.R.
aggiornato il 03 novembre 2023 alle 13:06 da Daniela Zarro
documento consultato: 663 volte

Indietro